VISITE

Su prenotazione è possibile visitare le nostre cantine, nel rispetto dei nuovi protocolli post Covid-19, previsti dall’Associazione Nazionale Città del Vino. Il nostro staff vi guiderà in un viaggio che parte dalla storia dell’azienda e arriva fino alle bottaie, dove il Vino Nobile di Montepulciano riposa in attesa di arrivare sulle tavole di tutto il mondo. Al termine della visita delizieremo i vostri palati con una degustazione dei nostri vini.

Venite a immergervi nel nostro mondo!

INFORMAZIONI

Le visite sono disponibili per individuali e per gruppi fino a 100 persone, da prenotarsi con almeno 48 ore di anticipo. Per gruppi più numerosi si richiede un maggiore preavviso per una verifica di fattibilità. Le guide sono disponibili oltre che in lingua italiana, anche in inglese, tedesco e francese.

Il costo del tour varia a seconda del tipo di degustazione inclusa:

POLIZIANA

7 a persona

2 vini con bruschetta

(disponibile per gruppi > 10 ospiti)

SENESE

12 a persona

3 vini con bruschetta,
formaggio e salumi

TOSCANA

15 a persona

4 vini con bruschetta,
formaggio, salumi e cantucci

ORARI

Le visite si effettuano solitamente dal lunedì al venerdì alle ore 10.30 e alle ore 15.30, il sabato e la domenica su specifica richiesta.

La durata del tour è di circa un’ora, ma può aumentare in caso di gruppi particolarmente numerosi.

RACCOMANDAZIONI

Per una migliore conservazione dei nostri vini, all’interno delle cantine vi sono circa i 16 gradi: consigliamo, quindi, un abbigliamento adatto a questa temperatura e, in estate, di avere con sé un capo aggiuntivo.

Il percorso di visita presenta barriere architettoniche per sedie a rotelle, passeggini e in generale per qualunque ausilio mobile dotato di ruote.

Per ragioni di igiene, l’accesso alle cantine non è consentito agli animali.

Le visite in cantina e le degustazioni sono temporaneamente sospese, nel rispetto delle normative anti Covid-19.

 

Per informazioni e prenotazioni:

    IL TERRITORIO

    Montepulciano è un incantevole borgo rinascimentale della provincia di Siena, certificato dal Touring Club con la Bandiera Arancione, marchio di qualità turistico-ambientale. Nel 2018 Forbes ha inserito Montepulciano tra le mete italiane imperdibili per gli amanti del turismo enogastronomico, che uniscono luoghi di fascino, paesaggi mozzafiato e ottime annate di vini.

    Arroccata sulla cima di un colle dal quale è possibile ammirare uno splendido panorama sulla Val di Chiana e sulla Val d’Orcia, Montepulciano è una località che merita di essere visitata in tutti i periodi dell’anno, oltre a essere il luogo ideale dove soggiornare per un tour alla scoperta di quell’angolo della Toscana considerato tra le migliori regioni vinicole al mondo.

    Da Visitare

    Gli eleganti palazzi, le antiche chiese, le splendide piazze e i preziosi scorci che caratterizzano la cittadina la rendono un vero museo a cielo aperto, tanto da farle meritare l’appellativo di “Perla del Cinquecento” per il suo straordinario patrimonio culturale e architettonico. Non a caso è stata scelta come set per le riprese di numerosi film tra cui “L’arcidiavolo” di Ettore Scola, “Il paziente inglese” di Anthony Minghella e, più recentemente, per “New Moon” della saga di “Twilight” con scene tra la piazza principale, il Palazzo Comunale e l’ex Cantina del Redi.

    Arroccata sulla cima di un colle dal quale è possibile ammirare uno splendido panorama sulla Val di Chiana e sulla Val d’Orcia, Montepulciano è una località che merita di essere visitata in tutti i periodi dell’anno, oltre a essere il luogo ideale dove soggiornare per un tour alla scoperta di quell’angolo della Toscana considerato tra le migliori regioni vinicole al mondo.

    Il centro storico si sviluppa attorno alla strada principale, “Il Corso”, che con i suoi palazzi storici e le botteghe artigiane collega la parte bassa della città dalla Porta al Prato alla cima della collina, dove si trova Piazza Grande, teatro di moltissimi eventi culturali di importanza nazionale e internazionale.

    Lungo il percorso, una menzione d’onore merita la celebre Torre dell’Orologio, con la figura di Pulcinella, che scandisce l’ora per gli abitanti della città e per i numerosi turisti che ogni anno la immortalano nelle loro foto.

    In Piazza è possibile ammirare il Palazzo Comunale, con la torre e il coronamento merlato che ricordano il Palazzo della Signoria di Firenze, e il Duomo risalente alla fine XVI secolo, con la grande facciata incompiuta e le straordinarie opere in esso conservate, come il trittico dell’Assunzione opera di Taddeo di Bartolo.

    Subito al di fuori della cinta muraria si possono ammirare la Chiesa di Sant’Agnese con il portale gotico originale e la facciata a balzana del Viviani, la Fortezza Medicea di Antonio da Sangallo il Vecchio, la porta trecentesca di Gracciano ristrutturata dallo stesso Sangallo agli inizi del ‘500 e il tempio della Madonna di San Biagio, altro capolavoro del Sangallo, che divenne fonte di ispirazione per Michelangelo per la realizzazione della basilica di San Pietro a Roma.

    Tra i musei meritano una visita il Museo Civico Pinacoteca Crociani, dove insieme a numerosi reperti archeologici sono custoditi oltre duecento autentici capolavori, compreso un ritratto recentemente attribuito a Caravaggio, e il Museo della Tortura Palazzo Bellarmino.

    Da Gustare

    Montepulciano è la terra della DOCG Nobile e delle DOC Rosso di Montepulciano, Vin Santo, Chianti Colli Senesi e Bianco Vergine Val di Chiana.

    Il Nobile è il vino ideale per accompagnare la cucina locale, che offre prodotti e piatti semplici, ma allo stesso tempo robusti e saporiti: il prosciutto, i salumi di Cinta senese, la bistecca di Chianina cotta alla brace, i gustosi crostini con milza e fegatelli, il pansanto a base di pane, fagioli e olio extravergine d’oliva, spesso consumato in Quaresima e la croccante bruschetta.

    Il primo piatto tipico sono i pici: spaghetti fatti a mano conditi al sugo di carne. Da assaggiare anche le pappardelle al sugo di lepre o di cinghiale, la minestra di pane, i porcini arrostiti alla brace accompagnati dalla ciaccia, pasta di pane schiacciata condita con olio, o dal pane fresco, rigorosamente senza sale per lasciare spazio a tutti gli altri sapori.

    Tra i dolci meritano una menzione i celebri cantucci, i biscottini alle mandorle perfetti da intingere nel Vinsanto.

    Per gustare tutte queste prelibatezze, si può scegliere tra un elegante ristorante o una tipica trattoria nel cuore del paese, piuttosto che un agriturismo nei dintorni.

    GLI EVENTI

    Slide Ogni anno a febbraio si celebra l’Anteprima delle nuove annate del Vino Nobile di Montepulciano, che nel 2016 ha festeggiato i 50 anni della DOC. L’evento offre agli operatori del settore e al sempre più grande pubblico di appassionati la possibilità di degustare uno dei migliori vini al mondo in un contesto esclusivo e magico come la Fortezza di Montepulciano. All’ultima edizione, quella del 2020, hanno partecipato ben 37 cantine del territorio.

    ANTEPRIMA DEL VINO NOBILE DI MONTEPULCIANO

    Slide Nella seconda metà del mese di luglio, le strade di Montepulciano si riempiono di musica e di arte, grazie al Cantiere Internazionale d'Arte. L’evento – istituito dal compositore Hans Werner Henze nel 1976 per invitare gli artisti emergenti del mondo del teatro, della musica e delle arti a esibirsi tra le splendide colline toscane – attira ogni anno centinaia di artisti nazionali e internazionali, oltre che migliaia di turisti e curiosi che partecipano alle straordinarie esibizioni musicali e artistiche in programma.

    CANTIERE INTERNAZIONALE D'ARTE

    Slide Ogni agosto, le otto contrade di Montepulciano si sfidano nel Bravìo delle Botti, l’evento folkloristico più importante del borgo. Questa competizione, in realtà, è il culmine di una serie di importanti appuntamenti concomitanti con i festeggiamenti per San Giovanni Decollato, patrono della città, celebrato il 29 agosto: la sbandierata, la marchiatura a fuoco, la consegna del "Panno del Bravìo" e il Corteo storico. A conclusione della giornata, ovviamente, non mancano i festeggiamenti organizzati dalla contrada vincente.

    BRAVÌO DELLE BOTTI

    Slide Sempre nel periodo estivo – generalmente poco prima del Bravìo, a cavallo di Ferragosto – si tiene il Bruscello Poliziano, una manifestazione di teatro popolare e contadino la cui prima edizione risale al 1939. Il "Bruscello" deriva dal termine “arboscello”, un simbolo riconducibile alla vita popolare e di campagna: questo tradizionale teatro rustico veniva, infatti, cantato e ballato durante le pause dei contadini. Negli anni, il Bruscello si è arricchito di personaggi, interpreti e trame, diventando uno degli eventi più importanti di Montepulciano.

    BRUSCELLO POLIZIANO